Blog

CAUSE E RIMEDI SONNOLENZA DIURNA


Quando si tratta di sonnolenza diurna, il motivo è solitamente la qualità del riposo notturno.
La difficoltà a rimanere vigili durante la veglia può essere dovuta non solo a un tempo di riposo insufficiente, ma anche a un sonno disturbato. Se escludiamo fenomeni temporanei causati da cambiamenti improvvisi, come il jet lag e i nuovi orari di lavoro, alcune cattive abitudini possono avere questo effetto, ed evitarle è il primo passo per migliorare.

Come evitare la sonnolenza diurna ?
La qualità del riposo dipende anche da piccoli movimenti e buone pratiche prima di coricarsi. Quando si trascorre gran parte della giornata in ufficio o in casa, è utile dedicare del tempo all’aria aperta, è bene dedicarsi a una moderata attività fisica, che non è solo un prerequisito per dormire bene, ma anche un importante aiuto per riattivare e stimolare la funzione cerebrale e promuovere la concentrazione.

I rimedi:
Quando invece si avvicina l’ora del sonno, è utile preparare il corpo e la mente al rilassamento per favorire l’addormentamento. Una dieta equilibrata e moderata aiuterà sicuramente a favorire il sonno perché aiuta una corretta digestione ed evita sensazioni di pesantezza e stitichezza. Quando i pasti sono contenuti e frequenti, il corpo è aiutato ad assorbire piuttosto che sovraccaricare. Pertanto, è vietato saltare la pausa pranzo, e quindi utilizzare troppe portate o più del necessario per compensare la cena. Frutta e verdura aiutano a riposare perché sono una fonte di vitamine e minerali essenziali, anche di notte quando il corpo è ridotto in attività ma ha comunque bisogno di energia. Non bere bevande contenenti caffeina o zucchero è un’altra buona abitudine, perché favorisce il necessario relax e quindi un buon riposo. In generale tutto ciò che tende a eccitare e stimolare l’organismo è sconsigliato, quindi anche attività fisica (ad eccezione dello yoga che allenta la tensione e ripulisce la mente dallo stress della giornata).
Il giusto ritmo sonno – veglia
Un altro errore da evitare è sottovalutare l’alternanza di sonno e veglia. Il nostro corpo è sostenuto dal delicato equilibrio definito dal ritmo circadiano. Il ritmo circadiano è l’orologio biologico che risponde ai cambiamenti di luce e temperatura intervenendo su pressione sanguigna, temperatura corporea, tono muscolare, frequenza cardiaca e ritmo sonno-veglia effettivo . In questo senso, è molto utile dormire sempre alla stessa ora, così da poter instaurare una routine che il corpo lentamente riconosce e assorbe. Oltre a dormire regolarmente, si consiglia di smettere di utilizzare dispositivi tecnologici (come smartphone, e-book e TV) con almeno mezz’ora di anticipo per consentire di “scaricare” l’impulso audiovisivo e trovare un modo adatto per rilassarsi.

I rimedi naturali
La natura viene salvata da alcuni elementi che hanno proprietà rilassanti e antistress.
Il tè verde aiuta a regolare il ritmo circadiano (regola l’alternanza veglia/sonno): il tè verde caldo è una bevanda ideale prima di coricarsi. Oppure, frullato di banana e yogurt stimoleranno la secrezione di serotonina e melatonina, questi due ormoni aiutano il riposo.

Monitoriamo il nostro sonno per migliorare la sua qualità
La tecnologia moderna fornisce molte risorse per permetterti di concentrarti correttamente sul riposo e sulla sua qualità. Esistono innumerevoli app gratuite che possono utilizzare le funzioni del tuo smartphone per monitorare il tuo sonno. Alcuni gadget che comunicano con il tuo telefono tramite un’applicazione dedicata ti permettono di riconoscere l’attività notturna e vedere se il tuo sonno è disturbato. Questi sono strumenti non invasivi che possono avere le dimensioni di un pulsante o multifunzionali. Quando ti svegli sul tuo smartphone, fornirà un report accurato, che ti consentirà di comprendere l’andamento del tempo di riposo e di segnalare tempestivamente eventuali problemi al tuo medico.

, , , ,
Text Widget
Aliquam erat volutpat. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Integer sit amet lacinia turpis. Nunc euismod lacus sit amet purus euismod placerat? Integer gravida imperdiet tincidunt. Vivamus convallis dolor ultricies tellus consequat, in tempor tortor facilisis! Etiam et enim magna.