Blog

L’alimentazione influisce sul buon riposo?

 

L’alimentazione, non é solo un insieme di cibi e combinazioni, ma un programma di pratica quotidiana, esercizio e regolazione della nostra salute fisica e mentale, è una parte essenziale del riposo. Quello che mangi, come e quando lo fai diventa allora il fattore decisivo, dandoti una nuova prospettiva di vita in qualità e quantità.
Ad esempio, sappiamo che ci sono alcune sostanze stimolanti, come caffè e alcol, che possono ritorcersi contro: non abusarne se non vuoi fissare il soffitto nel cuore della notte. È noto che la produzione e la regolazione di alcuni ormoni e processi metabolici sono influenzati da varie sostanze contenute negli alimenti che consumiamo. Squilibri nelle funzioni corporee dovuti all’uso/abuso di cibi o bevande malsane possono compromettere la nostra salute a riposo. Ma se possiamo fare alcune deviazioni senza essere eccessivamente influenzati quando siamo giovani ed energici, allora dobbiamo prestare molta attenzione alla qualità del nostro cibo nel corso degli anni, altrimenti non solo sarà più difficile addormentarsi, ma potremmo sperimentare problemi più gravi, come lo sviluppo del diabete e delle malattie cardiovascolari.

Come esempio delle molte correlazioni tra cibo e processi ormonali/metabolici di cui molti di noi potrebbero non essere a conoscenza, possiamo prendere l’esempio della pasta. Come il riso, l’orzo e il pane, contiene l’aminoacido triptofano, che facilita la sintesi della serotonina, il cosiddetto “ormone del buonumore”, essenziale nel processo di rilassamento che favorisce il sonno. Pensavi allora che un buon pasto, con moderazione naturale, facesse male alla salute notturna? Sbagliato. Via libera a cereali integrali e proteine ​​animali (carni bianche, pesce) e verdure (come i legumi) a cena; vanno bene anche frutta e verdura di stagione.
D’altra parte, vietate cioccolato, tè, cibo in scatola e cibi troppo salati e speziati, che possono interferire seriamente con il sonno. Soprattutto per la produzione del famoso ormone melatonina, che “regola” il ritmo sonno-veglia, bisogna prestare attenzione ad alcuni cibi ricchi in essa, come uova e pesce, ma anche fagioli, oppure funghi e pomodori.

Certo, sappiamo bene che l’alimentazione è un fattore chiave per un sonno rigenerante, ma non è l’unico fattore da monitorare per una notte più serena : se eccedi ad esempio con nicotina, alcol, se il tuo stile di vita é troppo sedentario o chi abusa di strumenti tecnologici prima di coricarsi, forse anche la dieta più corretta può vedere tutti gli sforzi vanificati. Un sano equilibrio psicofisiologico dipende da molti fattori, alcuni genetici, altri strutturali, e dalle contingenze e abitudini che adottiamo nel nostro stile di vita: saltare i pasti è dannoso, e mangiare troppo prima di coricarsi, che previene gli agenti digestivi degli organi, come il stomaco e cistifellea, dal corretto funzionamento. L’eccesso di cibo è molto sbagliato: devi mangiare il tuo pasto, specialmente la cena, e masticarlo lentamente. Bere spesso molta acqua durante i pasti non è una buona cosa: l’assunzione giornaliera raccomandata di acqua deve essere assunta al di fuori dei pasti. Insomma, ci sono tanti consigli quando si parla di alimentazione e riposo, ma tenete presente che la regola principale è sempre quella di non eccedere in nulla e mantenere le vostre abitudini quotidiane ordinate e coerenti.

, , ,
Text Widget
Aliquam erat volutpat. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Integer sit amet lacinia turpis. Nunc euismod lacus sit amet purus euismod placerat? Integer gravida imperdiet tincidunt. Vivamus convallis dolor ultricies tellus consequat, in tempor tortor facilisis! Etiam et enim magna.